Torna a Sorridere con Dental Clinic Italia!

Opening Hours : da Lunedì a Sabato dalle 9.00 alle 19.30
  Contact : Tel 089 443034 WhatsApp 392 02 84 239

Mamme, attente alla sindrome da biberon

Cattive abitudini e igiene orale scorretta all’origine della BBTD (Baby bottle tooth decay), la cosiddetta sindrome da biberon che colpisce i bimbi sotto i 3 anni d’età. Spesso per calmare i pianti e i capricci, il piccolo si addormenta con il biberon contenente latte con zucchero o miele o biscottino, camomilla solubile, succhi di frutta, tisane dolci, o con il ciuccio con il miele o lo zucchero.

Per mantenere in salute i denti dei nostri figli bisogna evitare di adottare questo tipo di comportamento (vivamente sconsigliato perché all’origine di carie), seguire una corretta igiene orale fin dalla prima infanzia e garantire al bambino una dieta sana ed equilibrata. Già dai primi mesi di vita, occorre pulire le gengive del neonato con una garza bagnata e passare subito allo spazzolino appena spuntano i dentini (il dentifricio può essere utilizzato solo quando il piccolo è in grado di sputarlo fuori con l’acqua).

Erroneamente a quanto si pensava in passato quando ai denti da latte non si dove importanza perché poi sarebbero caduti per far posto ai definitivi, bisogna prendersene cura. I denti da latte (o decidui) sono i naturali mantenitori di spazio e fanno strada all’eruzione dei denti permanenti; sono indispensabili per il regolare sviluppo degli ossi mascellari, del processo di deglutizione e quello di fonazione e produzione dei suoni.

Problemi di carie ai denti da latte espongono il bambino al rischio di carie precoce e comportano lunghe e costose cure dentistiche dopo l’uscita dei denti permanenti, oltre a fastidi e dolori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *